SPEDIZIONE GRATUITA SU ORDINI SUPERIORI A 100€!
Clarico-Full Image

La produzione felice


CORA Happywear vuole far sorridere il pianeta e la tua pelle!
Dal 2014 CORA happywear produce le sue collezioni in maniera ecologica ed etica.
CORA happywear è felice di concretizzare ogni giorno i propri ideali: creare capi morbidissimi e di straordinario comfort, con un processo produttivo dal minimo impatto ambientale.


L’efficiente uso delle risorse e delle materie prime, nel totale rispetto dei lavoratori e della giustizia sociale, è un aspetto primario della filosofia del marchio.
Per CORA happywear è fondamentale lavorare ogni giorno in sinergia e trasparenza con i suoi produttori, tutti altamente certificati.
Sicurezza, equità, sostenibilità, ricerca tecnologica, qualità sono alla base di ogni fase di produzione di CORA happywear, dall’approvvigionamento delle materie prime fino alla distribuzione del prodotto finale.


Con i capi biologici CORA happywear la salute si indossa in armonia con la natura!
Clarico-Text-Image
Clarico-Image-Text

Dall'estrazione della fibra al tessuto naturale

I tessuti CORA happywear sono amici della natura!

Come si ottengono i tessuti biologici di CORA happywear?
Per materie prime come il cotone (fibra naturale-vegetale), la fibra è già presente in natura e quindi non è necessario estrarla.  Nel caso di materie prime alternative, come il bambù o l’eucalipto (fibre artificiali-naturali), la fibra deve essere estratta con un processo di produzione. A seconda di come tale processo venga eseguito, esso può essere più o meno dannoso per l’ambiente.

CORA happywear ricorre unicamente a materiali che hanno un impatto minimo sull’ambiente circostante. Ad esempio, il processo di estrazione della fibra di eucalipto e di trasformazione in filati dei capi CORA happywear è del tutto ecologico in quanto a ciclo chiuso: i solventi (di natura organica) e l’acqua utilizzati vengono recuperati quasi al 100%. La fibra così ottenuta è inoltre biodegradabile. Per quanto riguarda invece l’estrazione della fibra dal bambù, sono necessarie ancora dosi più consistenti di acqua e sostanze chimiche.

Per questo motivo CORA happywear, mentre attende gli esiti positivi di nuove e incoraggianti ricerche per rendere tale estrazione maggiormente ecosostenibile, usa mescolare la fibra di bambù con il 30% di cotone organico in fase di filatura. Scoprirai con CORA happywear la speciale morbidezza che ti regalano gli alberi! 

LE FASI DELLA PRODUZIONE

Category image

Materie prime 

CORA produce in modo sostenibile dal 2014. I nostri materiali sono prodotti in modo ecologico, sicuro ed equo, grazie alla collaborazione con fornitori certificati. L'industria della moda è il più grande inquinatore del mondo dopo l'industria petrolifera: alto consumo d'acqua, sfruttamento delle terre coltivabili e uso di fertilizzanti e altre sostanze chimiche. Ogni anno vengono prodotti 80 miliardi di nuovi capi in tutto il mondo; la cosiddetta fast fashion porta a tendenze di breve durata e a un ritmo di lavoro sempre più veloce.
Tuttavia, la produzione sostenibile è possibile attraverso l'uso di fibre naturali. L'estrazione del cotone, per esempio, che usa molta acqua e richiede grandi aree di coltivazione, viene fatta con la rotazione delle colture che non inquina l'acqua perchè non utilizziamo pesticidi ed instetticidi chimici ma rispettiamo il terreno e contro i nemici del cotone ci sono le coccinelle.  Fibre di legno (eucalipto, bambù, faggio..) sono  poi materie prime innovative per le caratteristiche sostenibili che hanno nella crescita e nelle fasi di coltivazione e produzione.


Category image

Filatura 

Nel caso di una fibra che esiste già in natura, come il cotone (naturale-vegetariano), l'estrazione non è necessaria. Nel caso di fibre prodotte sinteticamente come i polimeri (da cui si ottiene il polistirolo) o fibre prodotte artificialmente come il bambù e l'eucalipto, è necessario un processo di produzione. Questo processo di produzione può essere più o meno dannoso per l'ambiente, poiché il processo di estrazione, che inizia con la scheggiatura della fibra di legno, può contenere o meno sostanze chimiche. CORA sceglie materiali che sono il più possibile delicati per l'ambiente e la nostra pelle. 

Nel caso di fibre prodotte artificialmente come il bambù o l'eucalipto, è necessario un processo di trasformazione. Questo processo di produzione può essere più o meno dannoso per l'ambiente, come il processo di estrazione, che inizia con la divisione della fibra legnosa, e può contenere o no sostanze chimiche. CORA sceglie materiali che siano il più gentili possibili sull'ambiente e sulla tua pelle. 



Category image

Tessitura 

Dopo che la fibra è stata raccolta naturalmente o ottenuta artificialmente, viene trasformata in un filo. Il filo viene poi trasformato in tessuto per gli indumenti. Prima che il prodotto sia pronto, deve passare attraverso alcune lavorazioni. Per esempio, i tessuti vengono lavati e tinti o preparati per la tintura. Il processo di filatura e tessitura non ha impatto sull'ambiente. Tuttavia, la lavorazione può essere dannosa se i lavaggi e le tinture utilizzate richiedono una grande quantità di agenti chimici. CORA happywear utilizza quindi solo lavaggi e tinture che hanno un impatto negativo molto basso sull'ambiente e non sono dannosi. Le aziende di tintura con cui CORA lavora sono certificate GOTS (Global Organic Textile Standard).


Category image

Produzione di abbigliamento ecosostenibile

Il taglio e la cucitura sono l'inizio per arrivare al vestito perfetto. Questa fase della produzione ha diversi passaggi manuali. Ha impatti minori sulla natura. Questa è sicuramente la parte più delicata dal punto di vista dei lavoratori del processo. Cerchiamo di produrre i nostri capi in paesi europei per avere la nostra catena di approvvigionamento sotto controllo.  La nostra produzione turca ha il certificato Fair Wear Foundation (FWF) che si preoccupa dei lavoratori nel processo.


Category image

Stampa e ricamo

In questa fase, una stampa o un ricamo vengono aggiunti al capo finito. Mentre il ricamo non ha conseguenze negative significative, la stampa può influire negativamente sull'ambiente se i colori utilizzati contengono grandi quantità di sostanze chimiche. Pertanto, CORA Happywear utilizza solo colori a base d'acqua per le sue stampe, che vengono applicate con una tecnica di stampa serigrafica.


I solventi chimici, solitamente utilizzati per dare consistenza, plasticità e aderenza alla stampa, vengono sostituiti con acqua. Il risultato è una stampa naturale, morbida al tatto e molto resistente ai lavaggi ripetuti.


Clarico-Full Image
Category image

Finitura dei vestiti


Fidati, starai meglio se sai cosa indossi!

Ogni fibra presenta pro e contro, a seconda delle fasi di produzione: non esiste un materiale vantaggioso in ogni aspetto. Tuttavia è possibile classificare i tessuti in una “eco-classifica”:

I tessuti di classe A sono i migliori in termini di sostenibilità. In questa categoria rientrano i tessuti riciclati, come la lana rigenerata. Non c’è niente di meglio che riutilizzare le risorse già esistenti!

Tessuti di classe B: rientrano in questa classe il cotone organico, coltivato senza l’utilizzo di sostanze chimiche, e la fibra di eucalipto, per l’elevata resa e il processo a ciclo chiuso ideato da Tencel ®.

Tessuti di classe C: rientra in questa classe il tessuto di bambù, in quanto, pur presentando notevoli benefici per l’ambiente nella fase di coltivazione, nel processo di estrazione della fibra, necessita ancora di molta acqua e prodotti chimici. Per bilanciare tale effetto negativo, il tessuto di bambù utilizzato da CORA happywear viene mischiato con il cotone organico.

Tessuti di classe D: rientra in questa categoria il cotone tradizionale, ma anche altri materiali sintetici. CORA happywear non ricorre a questa tipologia tessile, non ritenuta adeguatamente sostenibile.

Vesti la consapevolezza: farai  più felice il pianeta e la tua pelle! 


Category image

Il trasporto finale a casa tua

Naturalmente, anche il trasporto dei capi finiti ha un impatto negativo sull'ambiente. CORA produce esclusivamente nella regione del Mediterraneo - Italia, Grecia, Turchia - e quindi evita le lunghe distanze (ad esempio l'Asia). Manteniamo i chilometri che l'indumento deve percorrere il più basso possibile.  Per favore, quando ordinate online e avete dubbi sulle taglie o sulle misure, chiamateci o scriveteci un'e-mail, forse possiamo evitare spedizioni inutili.